TARI - TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - Comune di Traversetolo

Entrate tributarie e fiscali | IUC = IMU + TASI + TARI | TARI - TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - Comune di Traversetolo

TARI - TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI

A decorrere dal 1° gennaio 2014, per la gestione del servizio dei rifiuti solidi urbani e assimilati, il Comune di Traversetolo, ai sensi dell’art. 1, comma 639 della Legge n. 147 del 27/12/2013 e successive modificazioni, ha istituito il tributo comunale sui rifiuti (TARI).

La relativa tariffa viene determinata in base ai criteri fissati dal DPR n. 158/1999. La tariffa è suddivisa nelle fasce di utenze domestica e non domestica ed è articolata in due parti:  una quota fissa rapportata ai costi del servizio ed una quota variabile rapportata alla spesa della quantità di rifiuti da smaltire.

Per le utenze domestiche la tariffa viene calcolata in base alla superficie detenuta ed al numero degli occupanti.
Per le utenze non domestiche, la tariffa viene determinata dalla superficie utilizzata e dai coefficienti di produttività di rifiuti specifici per categoria in cui l’attività si colloca.

La tariffa viene calcolata a giorni pertanto diventa indispensabile una tempestiva comunicazione delle variazioni che comportano una diversa quantificazione della tariffa dovuta.

Alla tariffa inoltre, come previsto dall’art. 1, comma 666, della L. n. 147/2013 e successive modificazioni, si applica, il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente di cui all’art. 19 del D,Lgs n. 504/1992 , nella misura percentuale deliberata dalla provincia sull’importo del tributo.

 

TARIFFE 2020

Per il 2020, vista l'emergenza sanitaria da covid-19, il Comune ha deciso rinviare il pagamento della prima rata, che di norma aveva come scadenza il 30 aprile, al 30 giugno 2020. La riduzione dei servizi di raccolta dei rifiuti, necessaria e inevitabile vista l’emergenza sanitaria in corso, verrà tenuta in debito conto nel calcolo del tributo.
Per il termine di pagamento della seconda rata, abitualmente il 30 ottobre, verrà data successiva comunicazione.


TARIFFE 2019
Qui in allegato si può scaricare il foglio informativo con

  • le tariffe TARI determinate con atto di C.C. n. 23 del 14.03.2019
  • le indicazioni a titolo esemplificativo di calcolo della TARI dovuta per l’intero anno 2019 da rapportare al periodo interessato, distinte tra utenze domestiche e non domestiche

 

NOVITA' 2019
Al fine di incentivare l’apertura di nuove attività economiche e di rivitalizzare il territorio comunale, l'Amministrazione ha approvato con Delibera di consiglio comunale n. 19 del 14.03.2019, il Regolamento per la concessione di agevolazioni tributarie per l'apertura di nuove attività economiche (cosiddette "Botteghe")

Vedi la sezione del sito con il Regolamento e tutte le informazioni su come richiedere l'esenzione.

RATE ANNO 2019

Il Comune di Traversetolo, con delibera di Consiglio Comunale n. 20 del 14.03.2019, ha determinato che il pagamento della Tari 2018 avvenga con due rate con le seguenti scadenze:
- prima rata: al 30 aprile 2019;
- seconda rata: al 31 ottobre 2019;

Gli avvisi di pagamento sono già stati spediti. Se non fossero ancora arrivati, il contribuente può rivolgersi all'Ufficio Tributi negli orari di apertura.

Gli avvisi di pagamento saranno recapitati entro metà aprile 2019. Se entro tale periodo non fossero ancora arrivati, il contribuente può rivolgersi all'Ufficio Tributi negli orari di apertura.

Entro quando:
la dichiarazione, sottoscritta dal dichiarante, deve essere presentata entro il termine di 60 giorni dalla data in cui si verifica il fatto che ne determina l’obbligo.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi qualora non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo
Le variazioni del numero dei componenti del nucleo familiare, così come risultanti dalle certificazioni anagrafiche del Comune, se intervenute successivamente alla presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione, non sono oggetto di dichiarazione.
La cessazione, totale o parziale, dell’occupazione/detenzione deve essere sempre comunicata
Se la dichiarazione di cessazione è presentata in ritardo, si presume che l’utenza sia cessata alla data di presentazione, salvo che il contribuente dimostri con idonea documentazione la data di effettiva cessazione.

Le dichiarazioni o le comunicazioni con richieste di riduzioni del tributo o di esclusioni di superfici devono essere presentate entro i termini decadenziali previsti dal presente regolamento; se presentate successivamente, gli effetti non retroagiscono ma si producono esclusivamente a decorrere dalla data di presentazione della domanda.

Sanzioni
Si ricorda che:

a) in caso di per omesso o insufficiente versamento del tributo, verrà emesso avviso di accertamento con applicazione della sanzione pari al 30 per cento dell’importo non versato o tardivamente versato;

b)    In caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

c)    del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

d)    In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui al comma 4, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione da euro 100 a euro 500.
e)    Le sanzioni di cui alle lett. b, c, d  sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.
f)    Sulle somme dovute a titolo di tributo, a seguito di violazioni contestate, si applicano gli interessi nella misura e con le modalità definite dal vigente regolamento generale delle entrate tributarie.


Come si versa:
I contribuenti per il versamento del tributo sono tenuti ad utilizzare il modello F24 che sarà inviato in allegato al prospetto di liquidazione del tributo ovvero le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali, salvo diversa disposizione di legge. 
Il tributo viene liquidato insieme al tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente, di cui all’articolo 19 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, di norma, in due rate semestrali aventi le seguenti scadenze:

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il