Covid-19: l'Emilia - Romagna in ZONA BIANCA - Comune di Traversetolo

archivio notizie - Comune di Traversetolo

Covid-19: l'Emilia - Romagna in ZONA BIANCA

Covid-19: l'Emilia - Romagna in ZONA BIANCA

 
Covid-19: l'Emilia - Romagna in ZONA BIANCA

Aggiornamento 12 giugno 2021

 

Da lunedì 14 giugno, anche l'Emilia-Romagna entra in ZONA BIANCA. Lo ha stabilito, per mezzo di un'ordinanza (QUI ) il ministro per la Salute Roberto Speranza in base all'andamento epidemiologico che ha visto un netto calo dei contagi da covid-19.

La novità principale è che non sarà più in vigore il coprifuoco e ci si potrà quindi spostare senza limiti di orario. Orari di apertura liberi anche per i locali pubblici, dove non ci sarà più alcun limite di persone per i tavoli all'aperto, mentre al chiuso potranno sedere al massimo sei persone a ogni tavolo, salvo che non siano tutti conviventi. 

Tornano ad essere consentiti anche i banchetti dopo le cerimonie civili e religiose (matrimoni, comunioni, cresime etc.), anche se occorrerà la certificazione verde che attesti la vaccinazione o la guarigione oppure l'esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti al banchetto (per coloro che hanno ricevuto la prima dose, la certificazione è valida 15 giorni dopo l’inoculazione). Restano invece vietate le feste in casa.

In zona bianca possono inoltre riaprire i parchi a tema e di divertimento, anche acquatici (in zona gialla l'apertura era comunque prevista dal 15 giugno), le sale giochi e le sale scommesse, così come le piscine e le palestre al chiuso (dal primo luglio in zona gialla). Potranno inoltre svolgersi fiere, sagre, convegni e congressi.  

Restano comunque in vigore i protocolli di sicurezza previsti per lo svolgimento delle varie attività, così come l'obbligo di indossare la mascherina al chiuso e all'aperto. 


Dal 14 giugno 2021, la classificazione delle regioni è la seguente:

  • Area rossa: (nessuna Regione e Provincia autonoma).
  • Area arancione: (nessuna Regione e Provincia Autonoma).
  • Area gialla: Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta.
  • Area bianca: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Umbria, Veneto.

 

ATTENZIONE: fino a domenica 13 giugno compresa, in Emilia-Romagna saranno ancora in vigore le misure previste per le ZONE GIALLE

 

 

Le disposizioni valide zona per zona:

ZONA BIANCA

ZONA GIALLA

ZONA ARANCIONE  

ZONA ROSSA 

 

 

Aggiornamento mercoledì 19 maggio 2021

 

Con un ulteriore decreto-legge (testo integrale), firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed entrato in vigore martedì 18 maggio, il governo ha fissato un nuovo calendario che anticipa, esclusivamente nelle ZONE GIALLE come l'Emilia-Romagna, la ripartenza di diverse attività ancora sospese e allenta progressivamente l'orario del coprifuoco. In particolare, da martedì 18 maggio si potrà uscire e spostarsi dalle 5 alle 23; dal 7 giugno fino alle 24 e dal 21 giugno senza alcuna limitazione di orario.

È stata inoltre anticipata al 24 maggio la riapertura delle palestre, mentre le piscine al chiuso, così come i centri benessere, potranno riprendere l'attività a partire dal 1° luglio.

Via libera anche alle feste e ai ricevimenti a seguito di cerimonie civili o religiose, come i matrimoni, a patto che i partecipanti siano muniti della “Certificazione verde”.

Restano invece sospese le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso.

 

Rimangono naturalmente in vigore le misure non modificate dal decreto-legge stabilite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il dpcm del 2 marzo 2021 (testo del dpcm) e successivamente modificate e integrate dalle norme introdotte con il decreto "Riaperture" (testo integrale), approvato lo scorso 21 aprile.

 

 

Aggiornamento domenica 25 aprile 2021 (ore 12.30)

 

Emilia-Romagna in ZONA GIALLA, cioè a rischio moderato di contagio da covid-19, da lunedì 26 aprile 2021. Lo ha stabilito l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza (QUI) di venerdì 23 aprile.

Le misure previste per le diverse zone sono state modificate e integrate, rispetto al dpcm del 2 marzo, dal decreto "Riaperture" (QUI, le slide riassuntive QUI) del 21 aprile, che sarà valido da lunedì 26 aprile a sabato 31 luglio 2021

Prorogati fino al 31 luglio lo stato d’emergenza connesso all’emergenza sanitaria, e il coprifuoco dalle 5 alle 22.

Una novità del provvedimento è la “certificazione verde covid-19”, comprovante l’avvenuta vaccinazione o la guarigione dalla malattia o la negatività di un test molecolare o antigenico rapido. Con la certificazione ci si potrà spostare tra regioni in zona rossa e arancione, mentre tra zone gialle e bianche ci si potrà muovere liberamente. Le certificazioni di avvenuta guarigione e di vaccinazione avranno una validità di sei mesi (per la vaccinazione a far data dalla somministrazione della seconda dose), quella relativa al tampone di 48 ore.

Le disposizioni valide zona per zona:

ZONA BIANCA

ZONA GIALLA

ZONA ARANCIONE  

ZONA ROSSA 

 

Il modello per autocertificare gli spostamenti  QUI

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il